Tu sei qui

Retribuzione annuale tassabile

Nell'effettuazione del conguaglio di fine anno il datore di lavoro deve considerare le sole retribuzioni EFFETTIVAMENTE CORRISPOSTE ai lavoratori secondo il principio “di cassa” , e pertanto solo quelle erogate nell'anno 2013 e fino al 12 gennaio 2014. Per la parte non corrisposta non si devono e non si possono trattenere le imposte dovute dai dipendenti, né versarle all'Erario.

Succede il contrario per i contributi Inps: questi devono essere versati anche se le retribuzioni non sono state corrisposte.

Se non si pagano le retribuzioni si deve quindi procedere con l'emissione di un cedolino paga “speciale” utile al solo calcolo dei contributi.

Visti i difficili momenti che stiamo attraversando si ritiene possibile che alcune aziende clienti non siano in grado di erogare tutte le retribuzioni nei termini temporali suesposti.

Risulta quindi indispensabile che ci vengano comunicate le situazioni di mancata corresponsione di stipendi del 2013 in quanto l’emissione di un cedolino “normale” presuppone che il suo imponibile venga ricompreso nelle cifre che compariranno sul CUD del dipendente e sul 770 dell’azienda e per le quali dovrebbero risultare versate le ritenute IRPEF.

Siamo a disposizione per ogni chiarimento che Vi invitiamo nel dubbio a volere richiedere, per evitare rifacimenti e rettifiche non sempre tecnicamente eseguibili e recepite dalla Pubblica Amministrazione.