Tu sei qui

Modalita' utilizzo Voucher

Sta assumendo una crescente rilevanza l’utilizzo dei buoni lavoro (voucher), uno strumento ideato per il pagamento del lavoro occasionale accessorio introdotto dalla Legge Biagi. I voucher rappresentano uno strumento innovativo volto a facilitare l'assunzione regolare di lavoratori impegnati per un periodo di tempo limitato.
La legge Fornero, nello stabilire che le prestazioni di lavoro accessorio possono essere effettuate in tutti i settori e per tutte le tipologie di lavoratori, ha definito i seguenti limiti economici:
• 5.000 euro annuali per prestazioni svolte dal singolo lavoratore con riferimento alla totalità dei committenti; (N.B. Occorre farsi rilasciare apposita dichiarazione da parte del lavoratore ove dichiara il non superamento al committente)
• 2.000 euro annuali da un singolo committente (limite che non deve superare il singolo committente).

I voucher rappresentano denaro contante: vengono acquistati dal datore di lavoro/committente, anche online, che li consegna al lavoratore occasionale in funzione del numero di ore e della prestazione resa. Ogni buono ha un valore nominale di 10 euro, corrispondente alla retribuzione minima di 1 ora, di cui 7,50 euro sono netti a favore del lavoratore che riceve come paga il buono stesso; questo significa, per fissare le idee, che un lavoratore che riceve voucher per 50 euro ha guadagnato al netto 37,50 euro, mentre la differenza è costituita dai contributi previdenziali ed assicurativi . Nel momento in cui il lavoratore occasionale avrà riscosso la paga, sotto forma di voucher, potrà recarsi presso un qualsiasi ufficio postale in Italia per riscuotere la paga netta in contanti.
Leggi tutta l'informativa allegata.