Tu sei qui

Rapporto di apprendistato

Facciamo riferimento ad una recentissima sentenza del Tribunale di Roma (sentenza del 5 marzo 2014) per ricordare l’importanza di una corretta conduzione di un rapporto di apprendistato sia nella forma che nella sostanza.
Nella forma, necessita predisporre, tra l’altro:
• il PFI – Piano Formativo Individuale –
• lo svolgimento della formazione come stabilito nel piano
Nella sostanza:
• l’apprendista deve svolgere necessariamente le mansioni che hanno condotto all’assunzione di tipo formativo.

Analisi della vicenda processuale -
Il procedimento era stato attivato da una lavoratrice assunta con un contratto di apprendistato professionalizzante che, alla fine del periodo di formazione, aveva ricevuto la lettera di disdetta, con la quale il datore di lavoro aveva esercitato il diritto di recedere dal rapporto; infatti, alla fine del periodo formativo dell'apprendistato, è possibile interrompere il rapporto, anche senza motivazione.
La dipendente decideva di impugnare la lettera di recesso, denunciando la nullità dell'apprendistato,
• per mancanza del piano formativo e, più in generale,
• per assenza della finalità formativa del contratto.
Sulla base di queste considerazioni, la dipendente chiedeva
• che fosse accertata la nullità o l'illegittimità del contratto di apprendistato e, di conseguenza,
• che fosse riconosciuto il diritto alla reintegrazione sul posto di lavoro,
• oltre al pagamento delle retribuzioni maturate dalla data del licenziamento sino all'effettiva reintegra….