Tu sei qui

Lavoro per i minori con certificato penale 2

Certificato penale solo per i contratti siglati dal 7 aprile

L'obbligo per i datori di acquisire il certificato penale del casellario giudiziale degli addetti ad attività che comportano un contatto diretto e regolare con i minori scatta per i contratti di lavoro siglati dal 7 aprile 2014.
È il principale chiarimento arrivato con la circolare del ministero della Giustizia dedicata al nuovo adempimento contro gli abusi sessuali sui minori (il provvedimento entra in vigore domenica 6 aprile). I datori di lavoro che non osservano il nuovo obbligo rischiano una sanzione da 10mila a 15mila euro.
L'ufficio del casellario fornirà al datore il certificato, che conterrà le sole iscrizioni di provvedimenti riferiti ai reati espressamente citati dalla norma (l'articolo 25-bis del Dpr 313/2002).

In attesa che il nuovo sistema sia operativo, gli uffici del casellario presso ogni Procura della Repubblica forniranno al datore di lavoro che dimostri di avere il consenso del lavoratore interessato (avendo compilato un modulo specifico), l'attuale certificato penale completo.
In allegato trovate la circolare ministeriale ed il modulo per la richiesta come predisposto dal Ministero.

Il costo del certificato è quello previsto dalla legge per il rilascio all'interessato (circa 20 euro), «salvi i casi di esenzione dal bollo previsti dal Dpr 642/72, tabella allegato B», cioè i certificati richiesti da Onlus, federazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni.

Per eventuali chiarimenti o informazioni, il ministero invita a contattare il numero telefonico 06-97996200.