Tu sei qui

Abuso di internet del dipendente: licenziamento legittimo

Abuso di internet del dipendente: licenziamento legittimo

Sentenza della Corte di Cassazione nr. 14862 del 15.6.2017

L’utilizzo sistematico e ripetuto degli strumenti aziendali per accedere alla rete internet per ragioni estranee alla prestazione lavorativa, integra una condotta contraria ai più elementari obblighi di correttezza e buona fede e pertanto giustifica il licenziamento. Anche quindi la mancanza “tecnologica” entra a far parte del giustificato motivo soggettivo di licenziamento (sentenza nr. 14862 del 15.6.2017).
Sentenza commentata a cura di Renzo La Costa - ANCL SU