Tu sei qui

Sottrazione dati aziendali: giusta causa legittima anche in assenza di divulgazione

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 24 ottobre 2017, n. 25147, ha ritenuto legittimo il licenziamento irrogato per giusta causa a fronte della sottrazione di dati e materiale aziendali, non essendo necessario che questi vengano divulgati a terzi. La Cassazione ha quindi confermato il licenziamento del dipendente che aveva copiato sulla pen drive brevetti, disegni e altri documenti aziendali importanti.
La sentenza (interessante per altri spunti .. assenza della protezione dei dati con password etcc..) in allegato alla presente.