Tu sei qui

Nuova normativa antincendio

La sicurezza antincendio riveste un ruolo primario all’interno della sicurezza generale dell’azienda. Infatti, oltre alle specifiche norme antincendio, il D.Lgs. 81/08 prevede, che il datore di lavoro metta in atto una serie di misure rivolte a prevenire gli incendi ed a proteggere i lavoratori e tutto il personale che accede al luogo di lavoro.
L’art. 28 del D.Lgs. 81/08 impone al datore di lavoro la valutazione di tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori (compreso rischio incendio); inoltre altri articoli del medesimo decreto impongono di porre in essere misure di gestione e/o riduzione del suddetto rischio (presidi di emergenza, incarico addetti gestione emergenza etc)
La nuova norma di prevenzione incendi (entrata in vigore a partire dal 07.10.2011), ha rivisto la classificazione della attività soggette a controllo da parte del Comando Provinciale VVF.
Le attività soggette a controllo da parte dei VVF, precedentemente catalogate nell’elenco del D.M. 16.02.82 (ora abrogato), sono state riviste in funzione di categorie di rischio (dimensione dell’impresa, tipologia di attività etc). Le stesse sono state inserite in 3 categorie A, B e C, soggette a differenti adempimenti e procedure amministrative.