Tu sei qui

Gestione Aziendale

INAIL E TUTELA PER CORONA VIRUS

“Tutti i casi accertati di infezione sul lavoro da Covid-19 faranno scattare la piena tutela dell’Inail, come per gli altri infortuni o malattie, già a partire dal periodo di quarantena”.
A dirlo è il presidente dell’Istituto, Franco Bettoni.

Responsabilita' solidale negli appalti

Unitamente all'abolizione dei voucher, il DL 25/2017 ha riportato la responsabilita' solidale negi appalti alla situazione ante 2016.

In breve: i dipendenti (ed i lavoratori autonomi) dell'appaltatore (e di tutti i sub-appaltatori possono attivarsi nei confronti del committente per vedersi corrispondere reribuzioni e contributi.

Prima del Decreto, tali creditori dovevano rivolgersi preventivamente al loro diretto datore di lavoro e successivamente al committente.

Consulente in ferie

In allegato le istruzioni per provvedere in autonomia all'invio di denunce di infortunio, di assunzione di nuovo personale o di cessazione di rapporto di lavoro.

730 2016 redditi 2015

E’ disponibile il nostro consueto servizio per la gestione dei modelli 730; i tempi fissati dallo Studio sono:
• inizio operatività 730 dal 04 aprile al 2 luglio 2016 (invio dei documenti a 730@ghiro.it o a rita.d@ghiro.it tel diretto del settore - Sig.a Rita - 0332 804742)
• limite ultimo di consegna della documentazione o dei modelli precompilati allo studio entro il 27 maggio 2016;

Sanzioni su omesse ritenute previdenziali

18 novembre 2015
Ritenute previdenziali omesse e sanzioni
Le ritenute previdenziali operate dal datore di lavoro sulle retribuzioni dei dipendenti (c.d. contributi a carico del dipendente) debbono essere obbligatoriamente versate.
L’omesso versamento di tali ritenute è punito, per ora, con la reclusione fino a 3 anni e con la multa fino a 1.032 euro.
Il datore di lavoro non è punibile se provvede al versamento entro il termine di tre mesi dalla contestazione e dalla notifica dell’avvenuto accertamento della violazione.

Lavoratori frontalieri in Svizzera: nuovo regime di tassazione

19 ottobre 2015

Responsabilita' solidale anche nei contratti di trasporto

A seguito dell’approvazione della L. n.190/14 – c.d. Legge di Stabilità per il 2015 – è stata per la prima volta disciplinata una sorta di responsabilità solidale del committente, con riferimento ai trattamenti retributivi, previdenziali e assicurativi dei lavoratori, utilizzati per un contratto di trasporto di cui agli artt.1678 e ss. cod.civ.. Nei casi di inadempimento più grave la responsabilità solidale viene addirittura estesa, sempre nell’ambito del contratto di trasporto interessato, alle violazioni del codice della strada e all’ambito delle obbligazioni fiscali.

Responsabilita' solidale negli appalti - altra puntata

Nell’ambito del Decreto “Semplificazioni” è prevista l’abrogazione, a decorrere dal 13.12.2014, della responsabilità solidale fiscale (relativa al corretto versamento delle ritenute IRPEF).
Rimane ancora in essere la responsabilità contributiva/retributiva (relativa al corretto versamento di retribuzioni, contributi previdenziali e premi assicurativi), con riferimento alla quale il Legislatore ha previsto che, in caso di pagamento da parte del committente convenuto in giudizio, lo stesso è tenuto ad assolvere gli obblighi previsti in capo al sostituto d’imposta.

Il 730 precompilato - Le istruzioni

Dal Sole24ore
Il 730 arriverà precompilato entro il 15 aprile per venti milioni di italiani

Garanzia Giovani e Jobs for Youth dalle Banche

La Garanzia Giovani, il piano europeo con cui Stato e Regioni s'impegnano a offrire ai giovani di 15-29 anni che non studiano e non lavorano (Neet) un percorso personalizzato di formazione o un'opportunità lavorativa, è partita in Italia il 1° maggio 2014.

Pagine

Subscribe to RSS - Gestione Aziendale